Categorie
Working holiday visa

Working Holiday Visa Nuova Zelanda : spiegato bene

Hai tra i 18 e i 30 anni, hai voglia di imparare una nuova lingua, visitare una terra lontana e fare nuove esperienze lavorative? Scopriamo insieme le opportunità offerte dalla Nuova Zelanda

Perchè partire per la Nuova Zelanda?

Con il Working Holiday Visa – o visto vacanza-lavoro, il governo neozelandese offre ai cittadini italiani l’opportunità di passare un anno in questo splendido paese, con l’opzione di lavorare per finanziarsi il soggiorno.


Se hai tra i 18 e i 30 anni e stai cercando una meta per cambiare vita – almeno per un anno, hai appena trovato una guida esaustiva con tutto quello che devi sapere prima di partire e per aiutarti a pianificare il tuo viaggio.

Isola del sud - Nuova Zelanda

Negli ultimi anni, la Nuova Zelanda ha ottenuto maggior riconoscimento a livello mondiale per il suo sviluppo industriale, la sua politica di benessere degli animali e l’eccellente produzione cinematografica.

Inoltre, è diventata la meta preferita dai turisti che visitano l’Oceania, ricevendo 2,4 milioni di visitatori all’anno.

Ha una popolazione amichevole, di origine europea, ma a sua volta, ha un importante gruppo nativo di Maori, così come persone provenienti da vari paesi che si sono stabiliti in questo paese, creando un bel calderone culturale : la Nuova Zelanda non è un paese xenofobo, e ha sempre mostrato molta tolleranza verso gli stranieri, nonostante recenti drammatici eventi.

La Nuova Zelanda è divisa in due parti :

  • l’Isola del Nord, dove risiede la maggior parte della popolazione ma nonostante l’urbanizzazione, offre ampie spiagge, sorgenti termali, laghi, foreste imponenti e vulcani. Inoltre ospita la capitale Wellington e la città più popolosa, Auckland.
  • l’Isola del Sud è più ricca di paesaggi, montagne, ghiacciai e parchi naturali, perfetti per gli sport estremi.

lago sub alpino in Nuova zelanda

Potrete ammirare l’impressionante flora e fauna della Nuova Zelanda letteralmente in tutto il il paese, anche nelle aree più urbane. Inoltre, è impossibile non innamorarsi di tanta varietà: spiagge, vulcani e ghiacciai.

La Nuova Zelanda è ideale per tutti i tipi di attività circondati da uno scenario mozzafiato. Dagli sport più adrenalinici come il rafting, lo snowboarding o il surf alle opzioni più rilassate come la pesca, la vela o le immersioni subacquee e lo snorkeling. Senza contare tutte le possibilità per fare escursionismo, trekking e arrampicata nei parchi naturali delle due isole.

Inoltre, questo paese offre uno stile di vita rilassato: anche le città neozelandesi sono libere da qualsiasi trambusto urbano, magari con Auckland ad essere l’unica vera “città” (per come le intendiamo noi) della Nuova Zelanda : ospita infatti 1.6 milioni di persone, quasi il 34% dei kiwi.

New Zealand road & cars

Paese molto sicuro (soprattutto se lo confrontiamo con l’Italia) con bassi livelli di corruzione, sembra garantire solidità economica e un sistema educativo e sanitario di prima classe. Infatti, è nella Top10 dei paesi più felici del mondo secondo il World Happiness report pubblicato ogni anno dall’ONU

Inoltre, potrebbe essere il posto perfetto per imparare l’inglese o migliorare e approfondire la conoscenza della lingua (tra l’altro i Kiwi hanno un accento fantastico che suscita immediatamente simpatia all’estero).

Working Holiday Visa 2019 – che cos’è e come si ottiene?

Il Working Holiday Visa (WHV) è un visto rivolto ai giovani di diversi paesi del mondo (tra cui ovviamente l’Italia) che permette di conoscere un nuovo paese, dando loro la possibilità di lavorare nello stesso paese per auto-finanziarsi i propri viaggi o per studiare (tutto questo, con alcune limitazioni, come il limite di impiego per lo stesso datore di massimo 3 mesi).
Abbiamo già parlato di altri paesi con un visto simile, il Canada e l’Australia.

Inoltre, il visto costa per i cittadini italiani 245 dollari neozelandesi (circa 145 euro) al Luglio 2019. Andiamo ora a vedere ora di cosa si tratta, di cosa c’è bisogno e di cosa vi converrà fare se volete mollare tutto e partire per la Nuova Zelanda.

Requisiti e sistema di richiesta

Dovrete essere cittadini italiani (o di un’altra delle nazionalità consentite) e avere tra i 18 e i 30 anni al momento della richiesta di questo visto.

Passaporto italiano

Il visto ha durata massima di un anno, e non potrete lavorare per più di tre mesi per lo stesso datore.

L’unico modo per prorogare il visto di altri tre mesi (15 mesi in totale) è facendo lavoro rurale per almeno tre mesi (in aziende agricole, fattorie e altre varianti).

Aggiornamenti visto Working Holiday Visa 2019

Anche per il 2019 viene confermata una quota illimitata di visti per cittadini italiani e rimane invariato il limite di età (da 18 a 30 anni).

Quanto tempo per ricevere il visto?

A differenza di altre nazionalità, il Working Holiday Visa 2019 in Nuova Zelanda non è soggetto ad alcuna quota, quindi il numero di posti per i cittadini italiani è illimitato.

I tempi di risposta sono generalmente piuttosto brevi (da pochi giorni a una settimana). Una volta fatta la richiesta e ricevuta la conferma del visto, hai 12 mesi di tempo per entrare in NZ.

Tra i requisiti dei criteri sanitari, vi sarà chiesto di sottoporvi ad un esame medico se avete soggiornato per più di 3 mesi in un paese ad alto rischio di tubercolosi nei 5 anni precedenti la vostra domanda (vedi l’elenco dei paesi NON interessati).

Verificare che tutte le informazioni fornite siano perfettamente accurate rispetto a quelle riportate sul passaporto.

Come fare la richiesta online per il Working Holiday Visa

  • Passo 1: Registrazione – Fai domanda direttamente sulla pagina per i cittadini italiani per richiedere il visto. Prima di tutto, portate il passaporto e la carta di credito (non ne avete uno? Il nostro articolo sulla richiesta del passaporto). Ti consiglio di tenere una copia del tuo nome utente, la password e rispondere alla domanda segreta.

  • Passo 2: la richiesta – Qui è necessario compilare diversi campi: Personale, Salute, Carattere e Specifico per le vacanze di lavoro. Una volta che la partita è completa, un segno di spunta verde sostituirà la croce rossa.

  • Fase 3: Pagamento – Attenzione, è solo dopo il pagamento dei 245 NZ$ che la richiesta sarà inviata a titolo oneroso. E ‘fatto solo da Visa o Mastercard. Compilare le informazioni richieste. Se tutto va bene, dovresti essere indirizzato ad una pagina del sito web dell’immigrazione che indica che il tuo pagamento è stato effettuato.

Fatta l’applicazione dovrete solo aspettare.

bellezza natura nuova zelanda

Tramite il tuo account sul sito web di New Zealand Immigration, si può verificare lo stato dell’applicazione e dovreste leggere “Domanda ricevuta” e lo stato del pagamento indica “Ricevuto”.

La tua richiesta sarà presa in considerazione e dovresti ricevere una risposta entro pochi giorni, a meno che non siano richiesti documenti aggiuntivi (esame medico, radiografia toracica, ecc.).

Se tutto va bene, riceverai un’e-mail dell’immigrazione che indica che la tua domanda di visto per vacanze-lavoro in Nuova Zelanda è stata accettata. Vi verranno inoltre forniti un “Numero cliente” e un “Numero di candidatura”. Vi conviene conservare questa e-mail o farne una copia.

Per quanto tempo è valido il visto vacanza-lavoro in Nuova Zelanda?

Avrete 12 mesi per viaggiare in Nuova Zelanda una volta che la vostra applciazione è stata accettata. Ad esempio, se lo si ottiene il 31 dicembre 2019, si avrà tempo fino al 31 dicembre 2020 per arrivare sul territorio.

Una volta in Nuova Zelanda, il tuo WHV sarà valido per 12 mesi dalla data di arrivo. Ad esempio, se arrivate nel paese il 1° settembre 2019, potete rimanere fino al 31 agosto 2020.

Il WHV ti dà il diritto di entrare e lasciare la Nuova Zelanda tutte le volte che vuoi durante il suo periodo di validità – comodo per viaggiare in Australia, Nuova Caledonia, Fiji  o sud est asiatico.

Posso lavorare/studiare con il WHV?

Dal punto di vista del lavoro, il WHV dà il diritto di lavorare per un numero illimitato di datori di lavoro in qualsiasi settore. Unico piccolo vincolo: non sarà possibile firmare un contratto a tempo indeterminato, ma solo contratti a tempo determinato che non superino il periodo di validità del visto.

Il WHV ti dà anche il diritto di allenarti o studiare frequentando un istituto riconosciuto per un massimo di 3 mesi (altrimenti è meglio fare uno student visa).

Rinnovare WHV per altri tre mesi

Vuoi restare più a lungo in Nuova Zelanda? Se durante il vostro WHV avrete lavorato per almeno 3 mesi in nel settore primario (agricoltura, pesca, riforestazione, sfruttamento risorse minerarie etc), potete richiedere una proroga di 3 mesi.

L’applicazione costa ora 280 dollari neozelandesi. Ecco il link per richiedere l’estensione del WHV neozelandese.

Quali documenti sono necessari all’arrivo?

Prima di arrivare ai banchi dell’Immigrazione impreparati, ricordate che potrebbe essere necessario mostrare alcuni documenti prima di entrare nel paese :

  • estratto conto bancario recente (con almeno 4200NZD o equivalente)
  • altri documenti di riconoscimento
  • copia del visto
  • documenti assicurazione sanitaria

In generale, solo i documenti del visto sono necessari, ma è ancora più prudente avere tutti la propria documentazione pronta perché è possibile vedersi rifiutato l’ingresso in Nuova Zelanda.

Voli

Molte persone che vanno per un anno in un Working Holiday Visa fanno un biglietto di andata e ritorno in aereo.
Comunque, la Nuova Zelanda è vicina alle isole del Pacifico (Samoa, Tonga, Fiji, Nuova Caledonia) e sulla via del ritorno c’è il Sud-Est Asiatico che può essere una tappa interessante prima di tornare in Europa.

Scegli un biglietto Open con una data di ritorno modificabile o semplicemente prendi un biglietto di sola andata e lascia che il viaggio si evolva e continui verso nuove mete.

Con quanti soldi partire?

Per quanto riguarda i fondi per partire per un anno in Nuova Zelanda, il dipartimento dell’immigrazione neozelandese consiglia di avere almeno 4200 dollari a disposizione (circa 2500 euro), riservandosi il diritto di rifiutarvi l’ingresso nel paese nel caso non disponiate di questi soldi o di altri mezzi per ottenerli (un reddito mensile provato o carte di credito).

Conserva una copia del tuo estratto conto aggiornato prima di partire che dimostri la disponibilità dei tuoi fondi : potrebbero essere richiesti ai banchi dell’immigrazione!

A parte l’obbligo (io non sono stato fermato all’ingresso per alcun controllo e così non ho sentito di molti che sono stati scrutinati), si tratta semplicemente il budget minimo consigliato.

Molto dipende da quello che vorrete fare : alcune persone scelgono di viaggiare subito prima di lavorare, mentre altre cercano lavoro immediatamente.

Ovviamente, se hai intenzione di viaggiare molto e lavorare poco, avrai bisogno di più soldi risparmiati. Per le prime settimane, mentre vi siete stabiliti, piano di spesa $40 – $60 NZD al giorno, a seconda di quanto frugale sei.

Se avete intenzione di acquistare un’auto, si dovrebbe avere $1.500 – $3.500 NZD da parte.
La benzina costa intorno ai $ 2,00 per litro, quindi se avete intenzione di guidare molto, dovrete tenere presente anche l’elevato costo del carburante.

Il cibo è costoso in Nuova Zelanda, ma è possibile risparmiare denaro cucinando i propri pasti negli ostelli o in camper. Mangiare fuori costa circa $15-$20 per pasto, mentre riuscirete a risparmiare qualche dollaro con i take-away.

Costi tipici per un viaggio in Nuova Zelanda

Per semplificarvi la vita ed aiutarvi a pianificare, abbiamo redatto una lista dei costi tipici di un viaggio in Nuova Zelanda, incluso il costo del visto.


SpesaCosto stimato (NZD)
1 anno di visto vacanza-lavoro$245 ad eccezione dei cittadini americani per i quali è gratuito.
Ostello (camera condivisa)$25 – $40 a notte, a persona.
Affitto$130 – $250 a settimana (persona singola, casa condivisa, bollette incluse).
Bond/Deposito appartamentoDi solito è pari a 2 – 4 settimane di affitto anche se è possibile trovare camere che non lo richiedono.
Noleggio auto$14+ al giorno.
Auto$1500 minimo (inclusi almeno 6 mesi di rego e WOF).
Assicurazione auto$30-$50 per l’assicurazione completa, compresa la protezione del parabrezza e guasti, che raccomandiamo.
CarburanteDi solito tra $2.10 e $2.30 al litro. $70-100 per riempire una piccola auto.
Generi alimentariBasso budget: $70 a settimana. Budget più alto: 110 dollari a settimana.
Cena / bevande fuori$ 15-25 per un piatto principale
Più di $9+ bicchiere di vino.
Più di $9+ bottiglia di birra.
Più di $11+ pinta di birra.
Caffè 3-5 dollari.
Questo è in generale – è possibile trovare happy hour e offerte per rendere questo più conveniente.
Scheda SIMDi solito costa:
$10 al mese per 250MB
$20 al mese per 1.25GB
$30 al mese per 2.5GB
$40 al mese per 4GB
Palestra$10-20 a settimana per un pacchetto palestra di base illimitato.

Lavorare in Nuova Zelanda dopo i 30 anni

Nel caso abbiate più di 30 anni e vogliate comunque visitare la Nuova Zelanda, vi rimangono comunque un paio di opzioni

Se non volete lavorare e avete fondi sufficienti, o una fonte di reddito provata, potete visitare la Nuova Zelanda con un visto turistico di 3 mesi – potete richiederlo online e sarà valido per 2 anni. Potrete estenderlo facilmente richiedendo altri 3 mesi.

Se invece volete lavorare in Nuova Zelanda e avete più di 30 anni avete meno possibilità di un under30, ma difficile non significa impossibile.

Per cominciare, se avete un’altra cittadinanza o non siete cittadini italiani, la Nuova Zelanda offre ai passaporti dei seguenti paesi la possibilità di richiedere il visto vacanza lavoro fino ai 35 anni :

Se invece non avete la fortuna di avere una seconda cittadinanza, vi rimangono ancora una manciata di possibilità.

  • Potete verificare se avete una qualifica che rientra nelle Skill shortage lists pubblicate dal Governo neozelandese : potete leggere il paragrafo che gli abbiamo dedicato qui sotto
  • Avendo i fondi necessari (100k NZD = circa 58mila EUR) e ammesso che vogliate iniziare la vostra attività indipendente, potreste richiedere un Entrepreneur Work Visa, che vi permetterà di rimanere nel paese per almeno 12 mesi – più altri 24 con estensione, e di guadagnare 120 punti da utilizzare più tardi per la richiesta di un permesso di soggiorno valido.
  • L’ultima possibilità è l’opzione più ostica : spostarsi in Nuova Zelanda con un visto turistico e i fondi necessari per coprire le spese, finché non sarete in grado di trovare lavoro in Nuova Zelanda e un datore di lavoro disponibile ad aiutarvi con una Sponsorship.
    Quest’ultima opzione, nonostante sia elencata, è estremamente improbabile, soprattutto se non parlate bene inglese o non siete lavoratori altamente qualificati.

Una volta arrivati

Dove dormire?

Appena atterrato ad Auckland o Wellington, dopo aver volato per una media di 28 ore, il tuo primo pensiero è molto semplice: un letto e una doccia per ritornare umani.
Ti consigliamo di prenotare le tue prime notti in anticipo in un ostello, hotel o bnb.

Siti come hostelworld.com o hotels.com sono molto utili per aiutarti a fare la tua scelta, tra le centinaia di backpackers (così vengono chiamati gli ostelli) esistenti nel paese.

Se viaggiate da soli, preferite i dormitori (4 o 6 al massimo se volete un po’ di privacy e dormire). Se siete una coppia, una camera doppia sarà più appropriata. In media, aspettatevi da $50 a $60 per una camera doppia e da $20 a $25 per un letto in dormitorio.

Aprire un conto in banca

Dopo una buona notte di sonno, approfittate del vostro primo giorno sul posto per fare tutte le procedure amministrative.

In primo luogo, l’apertura di un conto bancario, perché per poter ricevere lo stipendio è necessario un conto bancario in Nuova Zelanda.

Non preoccupatevi, non siete più in Italia, qui tutto è molto più semplice : entrate in una banca – le principali sono Westpac, ANZ e KiwiBank, con il passaporto e un indirizzo di casa in Nuova Zelanda (basta l’indirizzo di un ostello della gioventù) e il vostro conto sarà aperto in pochi minuti.
Riceverai la tua carta di debito entro massimo 10 giorni.

kiwi bank post office

Utilizzate questo tempo per effettuare un trasferimento internazionale dal vostro conto italiano alla Nuova Zelanda, in modo che quando riceverete la nuova carta, avrete già denaro sul vostro conto. 

Richiedete una carta di con la quale potete pagare online (quindi con circuto VISA o Mastercard oltre alla funzione di carta di debito) in quanto molte prenotazioni (hotel/voli/voli/attività) vengono effettuate online e richiedono una carta online valida.

Come inviare soldi dall’Italia al vostro conto in banca neozelandese

Vi consigliamo di portare con voi un po’ di contanti per i primi giorni (300/500 euro) per evitare di utilizzare la vostra carta italiana, pena  pagare le spese di prelievo e tassi di cambio sfavorevoli.
Inoltre, una volta aperto il conto, potete inviare dei soldi dal vostro conto italiano al vostro conto NZ tramite la vostra banca, incorrendo in molte spese e un tasso di cambio decisamente a favore delle banche.

Vi consiglio di utilizzare compagnie come Transferwise o CurrencyFair, utilizzati dai viaggiatori e nomadi di tutto il mondo per scambiare soldi tra conti correnti bancari in paese diversi a valute diverse risparmiando moltissimo rispetto alle normali banche.

Inoltre, Transferwise offre la possibilità di aprire un conto BorderLess per le persone che viaggiano molto frequentemente hanno bisogno di utilizzare valute diverse in paesi diversi.

Il numero IRD

IRD (che sta per Inland Revenue Department, il dipartimento statale che si occupa della riscossione delle tasse) è un codice univoco che vi permette di lavorare in Nuova Zelanda e pagare così le vostre tasse e la previdenza sociale.

Questo vi permetterà di lavorare in Nuova Zelanda legalmente.
Per ottenerlo, vai in qualsiasi ufficio postale del paese, chiedi loro il modulo IRD da compilare, invia tutto per posta, riceverai il tuo numero entro 10 giorni per posta.

SIM neozelandese

L’ultimo passo è quello di aprire una linea telefonica, che è essenziale per i datori di lavoro per essere in grado di raggiungervi. I principali operatori del paese che offrono piani senza abbonamento mensile sono :

  1. Vodafone
  2. 2degrees
  3. Skinny Mobile

Tutti e 3 offre pacchetti senza impegno, che possono essere interrotti in qualsiasi momento.

Lavorare in Nuova Zelanda

Sia che vogliate rimanere in Nuova Zelanda per tutta la durata del visto vacanza lavoro o che vogliate continuare il vostro viaggio altrove, sicuramente avrete bisogno di trovare un lavoro per guadagnare dei soldi per continuare a viaggiare.

Che tipo di lavoro in Nuova Zelanda?

La Nuova Zelanda offre grande mobilità lavorativa, anche nei settori in cui è richiesta manodopera altamente qualificata.

Nonostante questo, la maggior parte dei viaggiatori preferisce trovare lavori in settori come turismo o agricoltura.

La richiesta stagionale di lavoratori si sposa meglio con la voglia di muoversi spesso tipica dei backpacker e permette loro più flessibilità (è più facile trovare/lasciare un lavoro stagionale).

Inoltre molto spesso questi lavori includeranno una qualche forma di accomodation, che andrà dalla camera in albergo per i lavoratori nel settore del turismo ad alloggi ai limiti del camping per i raccoglitori di frutta.

Quali sono i lavori richiesti in Nuova Zelanda?

Ogni anno il governo neozelandese pubblica una lista delle figure lavorative più richieste che hanno accesso a due schemi differenti di visto lavorativo.

Potete consultare la lista tramite un semplice motore di ricerca pubblicato dal governo neozelandese : Skill shortage list checker

  • Long term skill shortage list : lista di tutte le posizioni lavorative per le quali c’è forte domanda ma per le quali è difficile reperire un lavoratore qualificato. E’ possibile scaricare la lista LTSSL in PDF.
  • Regional skill shortage list : sono tutte quelle occupazioni richieste in alcune regioni della Nuova Zelanda e per cui è stato impossibile o molto difficile trovare un residente o cittadino neozelandese per ricoprire il ruolo. La RSSL permette di accedere ad uno schema per visto temporaneo chiamato Essential skills work visa. Scarica la lista RSSL in PDF
  • Construction and Infrastructure skill shortage list : contiene occupazioni in carenza critica nel settore delle costruzioni in tutta la Nuova Zelanda. Permette di accedere all’Essential skills work visa. Scarica la lista CSSL in PDF.

Quali visti è possibile ottenere da lavoratore qualificato?

Se la vostra qualifica risulta sul sito del Skill shortage list checker, potrete accedere ad uno dei seguenti visa scheme :

  • Long Term Skill Shortage List Work Visa
    Questo visa offre un percorso per raggiungere la residenza in Nuova Zelanda. Per fare domanda, è necessario avere l’esperienza lavorativa specificata, le qualifiche e l’iscrizione all’albo professionale per lavorare in un’occupazione sulla nostra lista di carenza di competenze a lungo termine, e un’offerta di lavoro in quell’occupazione.
    Se si continua a lavorare in quella professione in Nuova Zelanda per 2 anni, è possibile richiedere la residenza.
  • Essential Skills Work Visa
    Nel caso la vostra qualifica risulti tra quelle elencate nella Regional skill shortage list o nella Construction and Infrastructure Skill Shortage List, potrete eventualmente ottenere un visa temporaneo chiamato Essential Skills Visa, nonostante i requisiti siano molto più stringenti che con il Long Term Skill Shortage List Work Visa.

La remunerazione salariale viene utilizzata come sistema aggiuntivo per definire una qualifica o skill al momento della richiesta un visto come quelli elencati sopra (che ricada nella categoria Skilled Migrant).

Trattandosi di visti rilasciati sulla base di un punteggio, una remunerazione più alta consente di ottenere un punteggio più alto.

Quanto pagano in Nuova Zelanda?

Il salario minimo in Nuova Zelanda è fissato a 17.70 dollari lordi l’ora. Non acconsentire mai a lavorare per meno di questo.

Lavorare a cottimo

Se verrete pagati a cottimo (solitamente in agricoltura per le raccolte della frutta), avrete comunque diritto ad essere pagati il minimo salario nazionale nel caso non riusciate a raggiungere la stessa quota con il cottimo.

C’è da dire che gli agricoltori preferiranno tagliare immediatamente i rapporti nel caso non raggiungiate una efficienza minima.

Cercare lavoro

Passiamo ora all’importante ricerca del lavoro. Il primo punto da sottolineare per quanto riguarda la ricerca di lavoro è che la Nuova Zelanda è un paese anglosassone, e quindi la lingua madre è l’inglese (tra le altre cose, il Maori è l’altra lingua ufficiale della NZ).

Cercare lavoro sul posto con un inglese molto limitato è sicuramente più difficile ma non impossibile.
Decisamente più complicato sarà se siete lavoratori qualificati : si può avere una laurea da ingegnere ma se si parla poco inglese, si può finire a fare lavori manuali che non richiedano alcuna qualifica.

Se il tuo livello di inglese è buono e vuoi lavorare subito, è molto semplice e veloce trovare lavoro, magari nel settore turistico o nella costruzione : questi tipi di lavoro richiedono poca o nessuna esperienza, sono abbastanza facili da trovare e ti permettono anche di sviluppare bene il tuo inglese senza avere la pressione di un lavoro più qualificato e con più responsabilità e comunque più difficile da trovare.

Per le persone in cerca di lavori specifici, non esitate a passare attraverso agenzie di reclutamento o agenzie di lavoro interinale : sono molto efficienti.

Se siete qualificati e con un buon livello di inglese, visitate il sito web Seek.co.nz che elenca tutte le offerte di lavoro in Nuova Zelanda.

Lavoro in Nuova Zelanda per italiani

Inoltre, se non avete molta esperienza o siete stati traumatizzati dalle esperienze con il lavoro in Italia, qui le cose sono molto diverse.

I kiwi sono tipi molto ‘alla mano‘, e comunque le radici anglosassoni rendono il sistema molto diverso dal nostro : ad esempio viene data molta meno importanza ai diplomi scolastici, quindi tentare la fortuna non costa nulla. Nel peggiore dei casi, vi beccherete un no come risposta.

Fruit picking e lavori in agricoltura

Un’altra alternativa è la raccolta della frutta, o fruit picking.
Primavera, estate (da novembre a marzo) sono i mesi più affollati per la raccolta di kiwi, mele, pere, viti, ecc.

Kiwi orchard in new zealand

Non è richiesta alcuna esperienza se non la vostra buona volontà, in quanto le offerte sono disponibili negli ostelli o su BackpackerBoard.co.nz

Nelle raccolte della frutta, alle volte percepirete uno o due dollari più del salario minimo nazionale (17.70 NZD l’ora), mentre altre volte il salario sarà a cottimo (come con la raccolta delle mele) e non dovreste avere problemi a guadagnare più del salario minimo.

Wwoofing

Se non volete frequentare corsi per migliorare inglese o lavorare fin da subito volete comunque integrare, un modo fantastico per passare qualche mese in Nuova Zelanda apprendendo inglese è fare Woofing, ovvero aiutare persone che hanno una fattoria biologica e sono disponibili ad ospitare lavoratori volontari.

Vi permetterà di essere a contatto con la natura e spesso il lavoro si tratta di poche ore e comunque non certo lavori particolarmente duri : solitamente queste fattorie si trovano in posti reclusi e i proprietari sono dediti solo alla produzione del cibo per il proprio sostentamento per avere più tempo libero per i loro progetti.
Trovate annunci per lavoratori volontari sui siti di Woofing NZ o HelpX.

Dove stare in Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda ha molte opzioni flessibili per i viaggiatori e colori che vogliono rimanere per visitare per un periodo di tempo più lungo del solito turista.

Concludiamo con una lista delle maggiori cittadine neozelandesi

  • Auckland
  • Wellington
  • Christchurch
  • Hamilton
  • Tauranga
  • Napier

Ostelli e hotel/motel

Alcuni backpackers decidono di restare in ostello per avere maggiore flessibilità, visto che alcuni saranno indecisi sul dove fermarsi, mentre altri vorranno la libertà di comprare un camper per viverci e viaggiarci.

Nonostante la maggior parte degli hotel e dei motel siano relativamente costosi (stessa cosa si può dire per i Bed and Breakfast), gli ostelli sono molto più economici ed onnipresenti e offrono la possibilità di incontrare molti giovani che stanno facendo la vostra stessa esperienza, fare amicizia e magari finire in un viaggio in van insieme.

Appartamento condiviso

Un appartamento condiviso sarà molto più economico di un ostello della nel lungo termine e altrettanto amichevole con le persone giuste.

Il sito di riferimento per la condivisione di appartamenti e case in Nuova Zelanda è Trademe.co.nz. In cima troverete centinaia di annunci per appartamenti, case, case, camere condivise o per una persona. A seconda di dove ti trovi, i prezzi variano di un fattore tre: Auckland è la città più cara della Nuova Zelanda, mentre Dunedin o Christchurch sono relativamente accessibili.

Case in Wellington

La maggior parte degli appartamenti condivisi sono arredati, quindi non c’è bisogno di comprare il letto, il frigorifero, ecc.
Allo stesso modo, non hai bisogno della firma di un garante (come un genitore) per affittare un appartamento.
Qui, tutto è molto più semplice: vi chiederanno un deposito di 2 o 3 settimane di affitto e 2 settimane di affitto in anticipo.

Pagherai l’affitto ogni settimana o ogni 2 settimane. Naturalmente, ritirate la caparra/deposito alla fine del vostro soggiorno.

Suggerimento: Firma un contratto con il proprietario per quanto riguarda il deposito e le condizioni dell’appartamento all’arrivo per evitare spiacevoli sorprese alla partenza.

Trovare un appartamento in condivisione in Nuova Zelanda

Se la ricerca di un appartamento con metodi tradizionali, come giornali e message boards, ecco un veloce elenco dei migliori siti (anche gli unici, viste le dimensioni del paese) che potete utilizzare per le vostre ricerche :

Come muoversi in Nuova Zelanda?

Una volta che sarai stato in grado di lavorare un po’, mettere da parte un dei soldi, ricorda che nel termine Working Holiday Visa, c’è la parola Holiday! A un certo punto vorrai cominciare a visitare il paese

Se siete alla ricerca del periodo caldo, evitate i mesi da maggio a settembre per esempio (le stagioni sono all’inverso).

Comprare un veicolo in Nuova Zelanda

Molti decidono di comprare un furgone o auto per viaggiare per il paese, essere liberi di muoversi o che vogliamo senza vincoli di tempo. L’acquisto di un veicolo in Nuova Zelanda è molto più facile che in Italia (come la maggior parte delle cose, avrete già capito a questo punto).

Probabilmente farete tutto in contanti.
I documenti per il passaggio sono fatti all’ufficio postale e in 10 minuti si può possedere la propria auto nuova (per modo di dire).

Veicoli abbandonati in Nuova Zelanda

Ricordate di stipulare un’assicurazione Third party o Comprehensive prima di cominciare viaggiare sulle strade della Nuova Zelanda.

Non dimenticate 2 o 3 cose prima di comprare un mezzo :

  • Non comprare la prima auto che trovi a 1.000 dollari. Grazie al mercato usato giapponese, il prezzo delle auto è più basso che in Italia in generale, non è raro vedere ottime occasioni a prezzi molto più convenienti che in Italia.
  • Controllare quando è stato eseguito l’ultimo WOF (controllo tecnico obbligatorio ogni 6 mesi su vetture di età superiore ai 10 anni, l’equivalente della nostra revisione).
  • Non esitate ad andare da un meccanico prima dell’acquisto e chiedere un controllo tecnico del veicolo.

Per quanto riguarda i furgoni camperizzati, non stupitevi del chilometraggio visualizzato. La maggior parte di loro hanno almeno 200.000 chilometri , o anche di più.

Ancora una volta, controllare la compressione del motore e la cinghia di trasmissione, lo stato della frizione, eventuali perdite, lo stato delle gomme e delle sospensioni (fondamentale quando si comprano auto a prezzi così bassi) e se possibile, cercate di vedere la lista dei lavori che sono stati effettuati sul mezzo ( i meccanici kiwi non sono particolarmente diligenti in questo).

Il van è un ottimo modo di viaggiare: ci si può dormire, cucinare, ecc….. E’ probabilmente il modo migliore per vedere il paese e forse anche il più romantico e ambito

Viaggiare in Autostop

Un’altra soluzione ancora attuale in Nuova Zelanda: l’autostop. Una pratica che è sull’orlo dell’estinzione in Italia, l’autostop è una vera istituzione in Nuova Zelanda e personalmente mi ha permesso di viaggiare in lungo e in largo senza spendere quasi nulla.

Funziona molto bene qui e non è raro vedere giovani viaggiatori (ma anche gli autoctoni!) con gli zaini sulla schiena in attesa sul ciglio della strada che qualcuno li porti un pezzetto più vicini alla destinazione.

visto working holiday nuova zelanda

Autobus

Se non potete o non volete comprare un veicolo, in Nuova Zelanda esistono poche compagnie di autobus lowcost : ad esempio Nakedbus ti permette di collegare le città a 300 chilometri di distanza l’una dall’altra per un simbolico $1 se lo fai in anticipo (e non la settimana prima di partire).
Nakedbus ha cessato le sue operazioni. Potrete rivolgervi ad operatori come Intercity e Skip (fermate limitate).

Altre aziende come Stray Bus o Kiwi Experience offrono tour di più giorni o settimane con altri giovani, con o senza albergo (come si desidera) e offrono decine di attività.

Noleggio

Il noleggio auto/campervan è un’opzione abbastanza costosa (soprattutto per i camper) ma può essere utile per alcuni giorni (qualche settimana al massimo, dopo di che il costo è ingiustificato e l’acquisto è probabilmente l’opzione migliore).

Infine, alcune aziende praticano la delocalizzazione, l’atto di portare un veicolo dal punto A al punto B in un numero minimo di giorni (Auckland-Christchurch o il contrario). Questo servizio è più utilizzato per la guida che per la visita (massimo 3 giorni per fare questo viaggio, lascia poco tempo per passeggiare lungo il percorso).

Migliori compagnie noleggio veicoli

Visto che i costi di mantenimento dei veicoli sono molto bassi e c’è un grande influsso di veicoli dal Giappone, la Nuova Zelanda offre numerose opportunità per quanto riguarda il noleggio dei veicoli.

Ecco le compagnie più conosciute e affidabili :

  • Apex Car Rentals
  • Omega Rental Cars
  • Juicy Rentals
  • Hitch
  • Go Rentals
  • Snap rentals

Costa di Wellington / Wellington harbour

Viaggiare a piedi o in bicicletta

Se sei un avventuriero e ami la natura, puoi anche andare in bicicletta in Nuova Zelanda (una scelta molto in voga) o anche a piedi.
Ad esempio, con il Te Araroa Trek che parte dalla punta dell’isola settentrionale e scende fino al fondo dell’isola meridionale per 3000 chilometri di trekking.

Cosa fare in Nuova Zelanda?

Se vi piacciono le escursioni, la montagna o il mare, questo paese vi delizierà con i suoi paesaggi diversificati. Se avete un furgone o un’auto e vi state chiedendo dove dormire la notte, il sito web del Dipartimento di Conservazione (o DOC, Department of Conservation) vi aiuterà molto!

Il sito permette di vedere i luoghi dove si può dormire gratuitamente, in tenda o in un furgone, oltre ad altre informazioni riguardo le zone acquatiche e forestali della Nuova Zelanda.

Attenzione: alcuni campeggi sono riservati solo a veicoli autonomi, cioè con servizi igienici e docce con recuperatori per evitare di inquinare il suolo. Prestare molta attenzione alle istruzioni prima di stabilirsi, i ranger sono sempre allerta.

Trekking

In Nuova Zelanda, avete la scelta tra decine o addirittura centinaia di camminate/escursioni/trek. E’ difficile orientarsi da queste parti! Per aiutarvi a fare questo, DOC ha sviluppato diverse categorie di trekking, tra cui una in particolare: the Great walks ( le “grandi camminate”, ndr). Ci sono 9 di questi trekking, i più belli della Nuova Zelanda, e possono essere effettuati in uno o più giorni. Questo sito web vi aiuterà a fare la vostra scelta: GreatWalks

trek in nuova zelanda

Le camminate sono ovviamente gratuite, ma se avete intenzione di trascorrere 2 o più giorni, dovrete pagare sia per il posto della tenda per dormire di notte, o per un posto letto nel rifugio, una sorta di cottage che può ospitare un numero massimo di persone per notte.

egmont national park

Pianificate di prenotare in anticipo, per esempio per la Milford Track ci potrebbero voler mesi.In termini generali, ad eccezione del Milford Track, prenota con qualche giorno di anticipo e avrai posti disponibili.

Potete creare un itinerario del vostro viaggio basandovi sui parchi nazionali più importanti in Nuova Zelanda :

Attività outdoor in Nuova Zelanda

Per coloro che cercano l’adrenalina, in Nuova Zelanda esistono altre attività come

  • black/white water rafting 
  • paracadutismo 
  • bungee jumping
  • equitazione
  • vela
  • scuba diving
  • snorkeling
  • snowboard & sci

kayak nuova zelanda spiaggia

Queenstown, nell’Isola del Sud unisce la maggior parte di queste attività. Circondata dalle montagne e un lago superbo, questa città attrae molti giovani – e meno giovani, in cerca di emozioni.

Queenstown

Se siete tipi attivi, Queenstown è perfetta : in estate e in inverno, troverete sempre qualcosa da fare!